Esplora i luoghi d'interesse

Il Cammino di San Francesco

lunghezza percorso: 12 km
Dislivello: 430 mt
difficoltà: E
PUNTO DI PARTENZA: Pratieghi
RITORNO: Percorso ad anello
A piedi
Abbigliamento tecnico

Vi consigliamo di scrivere o chiamare l’Ufficio Turistico per verificare lo stato di percorrenza dell’itinerario

Itinerario

Il segmento di percorso compreso tra Pratieghi e Valdazze è una strada molto antica di collegamento tra la Romagna e la Val Tiberina. Venne percorsa tra gli altri, da San Francesco e da tutti i pellegrini che dall’Adriatico si recavano al Santuario della Verna o Assisi.

Dopo Valdazze, lasciata la strada provinciale, ci si immette nel tratturo che scende prima ad Arsicci e poi a Caprile; anche questo è un tracciato storico che metteva in collegamento la Val Tiberina con la Val Marecchia, conosciuto come Via di Frassineto. Dopo Caprile, antica sede di un hospitale, toccava le frazioni di Fresciano, Montebotolino e Rofelle, per ricongiungersi al Ranco alla via Major Ariminensis.

Questo percorso ad anello ha due punti di accesso nel territorio di Badia Tedalda, dalle frazioni di Caprile e di Pratieghi, da cui con due segmenti diversi ci si raccorda all’anello principale.
Da Pratieghi il sentiero inizia con la strada che conduce al cimitero, prima del quale però, al tornante si stacca sulla sinistra una strada forestale che conduce a Valdazze. Poco oltre, un bivio con varie segnalazioni (fra cui quella del “sentiero francescano Rimini-La Verna”) ci dice che ci siamo immessi nell’anello principale. Si percorre tutta la strada per Valdazze (4,7 km.), si oltrepassa la frazione e si prosegue sulla strada asfaltata per Pieve Santo Stefano.
Percorsi 1,2 km da Valdazze, si svolta a sinistra su strada forestale: siamo sull’antica via di Frassineto; nel bosco prima e al margine di pascoli poi, si scende fino alla strada asfaltata fino ad arrivare in prossimità della frazione di Arsicci. Toccato l’asfalto si va a sinistra, si entra ad Arsicci e – scendendo dalla piazzetta nella medesima direzione – si imbocca il sentiero ancora in discesa in direzione di Caprile.
Superato il guado di un torrente (800 m. da Arsicci) per tornare a Pratieghi si sale a sinistra, mentre proseguendo dritto si arriva alla frazione di Caprile.
Per Pratieghi, quindi, giriamo a sinistra sul sentiero che risale, si supera la fattoria in località Terensauro (strada carreggiabile e cancello d’ingresso alla proprietà da lasciare sulla destra) e si ritorna al bivio già oltrepassato in partenza e quindi a Pratieghi (dal guado a Pratieghi 3 km).

Escursioni organizzate

Scopri il nostro calendario o organizza un escursione privata con guida ambientale esperta.